Sospensione rata mutuo: come funziona?

Per molte famiglie italiane, si sa, il mutuo è una delle spese di cui tener conto ogni mese, specialmente per quanto concerne le giovani coppie che, alle porte della convivenza, si trovano a dover sostenere un costo mensile che può risultare molto difficile da adempiere.

Nonostante alla stipula del contratto di mutuo il soggetto istante sia ritenuto bancabile ed affidabile, nel corso del tempo si può incappare in problemi economici di varia natura (perdita del posto di lavoro) che potrebbero rendere difficile il pagamento delle rate del mutuo.

Cosa fare in questi casi di difficoltà economica? Grazie alla proroga decisa dall’ABI, le famiglie italiane che si trovano in difficoltà economica possono richiedere la sospensione delle rate del mutuo, esclusivamente per la parte che riguarda la quota capitale, mentre la quota interessi deve essere, in ogni caso, adempiuta regolarmente.

Scopriamo in questa guida approntata dalla Redazione di Eco del Risparmio come funziona la sospensione della rata mutuo.

Sospensione rata mutuo come fare?

Sospensione rata mutuo: di cosa si tratta?

Per chi non ne fosse a conoscenza, la sospensione della rata del mutuo è uno strumento introdotto nel 2015 in seguito ad un accordo tra l’ABI (Associazione Bancaria Italiana) e le associazioni di consumatori, rivolto a tutte quelle famiglie che, a causa di un evento imprevisto e di una difficoltà di natura economica (come la perdita del posto di lavoro), sono momentaneamente impossibilitate al pagamento della rata del mutuo.

Per evitare di incorrere in una mora, di qualunque entità essa sia, o in problemi di altra natura, lo Stato Italiano ha approvato una serie di provvedimenti volti a garantire la stabilità delle famiglie italiane, e più in generale, di chiunque abbia interesse nel mantenere la proprietà di un’abitazione.

Questo provvedimento è comunemente noto con il nome di Sospensione Rata Mutuo, ed è stato introdotto dallo Stato Italiano, grazie al rifinanziamento derivante dal decreto Salva Italia.

Come funziona? In buona sostanza, la banca viene ripagata dallo Stato e i mutuatari non subiranno uno degli effetti principali della crisi economica, derivante dallo spread.

Per richiedere la sospensione dal pagamento della quota capitale del mutuo, è necessario scaricare e compilare l’apposito modulo approntato dall’Associazione Bancaria Italiana.

Il decreto in base al quale è stata prorogata la sospensione della rata del mutuo prevede che questo tipo di “cessazione temporanea” dal pagamento delle rate del contratto di mutuo possa durare per un periodo massimo di un anno solare, ovvero fino ad un massimo di 12 mesi.

Sospensione pagamento quota capitale rata mutuo: condizioni necessarie

Le condizioni che consentono di accedere alla richiesta del modulo per ottenere i benefici di questo provvedimento sono ascrivibili alle seguenti:

  • Presentazione di una dichiarazione dei redditi complessiva (dei tre anni antecedenti il 2018) in linea con i limiti sanciti dalla normativa.
  • L’abitazione per cui viene effettuata la richiesta di sospensione dal pagamento delle rate di mutuo deve necessariamente essere la prima casa, altrimenti il procedimento non si applica in alcun caso.
  • Deve essere soddisfatta la condizione di difficoltà economica, mediante la presentazione di un ISEE che non superi determinati limiti, tali da dimostrare che il mutuatario non è materialmente in grado di pagare la rata del mutuo, stipulato con la banca.
  • Per chiedere la sospensione del pagamento è necessario che il mutuo per il quale si fa la richiesta sia stato acceso almeno 24 mesi prima.

Fondo di Solidarietà: quali sono i requisiti per accedere allo stesso?

I requisiti per accedere al Fondo di Solidarietà sono ascrivibili ai seguenti:

  • il contratto stipulato con la banca, relativo al mutuo, non deve superare la somma di duecentocinquantamila euro,
  • l’immobile coinvolto, oltre ad essere la prima casa, non deve rientrare nella categoria dei beni di lusso
  • la prima annualità del piano di ammortamento stipulato dal compratore dev’essere stato rispettato
  • il reddito del richiedente non deve essere superiore ai trentamila euro annui.

Se vuoi approfondire ti consiglio di leggere un altro articolo che troverai sicuramente interessante, ovvero come sospendere la rata del mutuo per un anno.

Jacqueline Facconti

Dr.ssa FACCONTI JACQUELINE. Laurea magistrale in STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO conseguita con votazione 110 e lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Web Editor e Web Content Manager, Redattore e cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione e merceologia. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento