Leasing Nautico: Cos’è e come funziona

L’Italia è un meraviglioso paese di navigatori, patria del commercio nautico e leader mondiale della cantieristica di lusso e della nautica da diporto.

Acquistare un’imbarcazione da diporto o un mega yacht è diventato assolutamente proibitivo per le cifre milionarie che occorre esborsare per permettersene uno.

Quale strumento finanziario migliore se non sottoscrivere un contratto di leasing nautico? Cos’è questo contratto di locazione e cos’è cambiato dalla sua recente introduzione sul mercato dei prestiti e della nautica?

Sono tutti quesiti davvero interessanti a cui occorre dare una risposta ad hoc dato che ogni aspirante imprenditore potrebbe valutarlo per i suoi numerosi benefici e vantaggi fiscali.

leasing nautico

Leasing nautico: come funziona?

Che cos’è il contratto di locazione nautica? Si tratta di uno strumento finanziario attraverso cui tutti gli imprenditori che operano nel comparto navale o società attive nel brokeraggio nautico possono utilizzare e riscattare, al temine del contratto, un’imbarcazione da diporto.

In buona sostanza una società di leasing acquista l’imbarcazione desiderata dalla clientela (persona fisica o persona giuridica), procede ad immatricolarla, la intesta a sè stessa e la cede in uso al cliente.

L’utilizzatore del bene mobile registrato è tenuto al pagamento di un canone di locazione che può essere mensile, bimestrale o trimestrale.

Dato che l’imbarcazione nautica è intestata alla società di leasing, questa ha una buona garanzia di vedere l’obbligazione adempiuta dal soggetto utilizzatore.

Questo schema di funzionamento fa sì che l’iter per procedere con l’ottenimento e l’erogazione del finanziamento per acquisire il natante registrato sia assolutamente veloce e affidabile per il locatore ed il locatario.

In un lasso temporale di appena 72 ore da quando la società di leasing entra in possesso di tutti i documenti richiesti, è possibile portare a conclusione l’operazione di leasing nautico.

Per quanto concerne la tipologia di natanti oggetto del contratto di leasing nautico, si annoverano tutte le imbarcazioni da diporto, a vela o a motore, nuove, usate o da costruire.

Quale contratto di leasing nautico scegliere?

Diverse banche e società di leasing danno la possibilità di sottoscrivere un contratto di leasing nautico e le differenze che intercorrono tra i diversi prodotti creditizi dipendono dai servizi offerti dalle stesse piuttosto che dalle condizioni economiche applicate.

I servizi bancari offerti ed abbinati al contratto di leasing, oltre alla reputazione ed al grado di solidità patrimoniale della società concedente il leasing sono tra gli aspetti più importanti da valutare.

Oggi, in un contesto in cui l’offerta di imbarcazioni nautiche usate è estremamente saturo, con il leasing nautico fare un subentro è un’operazione routinaria ed incentiva il soggetto utilizzatore e potenziale acquirente a cercare una barca con un contratto di leasing a lungo termine.

Locazione nautica da diporto: documenti e procedura

Per ottenere un leasing nautico per l’acquisto di un’imbarcazione è bene rivolgersi ad una banca o società di leasing specializzata che possano valutare la proposta di richiesta della locazione nautica.

Per procedere con la relativa richiesta e presentazione dell’istanza, è necessario allegare alla domanda la seguente documentazione:

  • fotocopia della carta d’identità,
  • codice fiscale,
  • copia della dichiarazione dei redditi,
  • preventivo di spesa rilasciato dal fornitore contenente l’indicazione dettagliata delle caratteristiche dell’imbarcazione, dei prezzi, dell’aliquota IVA, dei termini e delle modalità di consegna e pagamento della fornitura,
  • copia degli ultimi due modelli di dichiarazione dei redditi,
  • copia delle ultime due buste paga ed eventuale altra documentazione attestante introiti o rendite diverse,
  • dichiarazione regime patrimoniale di famiglia.

Una volta ricevuti i documenti, la banca o la società di leasing espleta un’indagine per controllare il merito creditizio dell’imprenditore e attua un check up sui bilanci imprenditoriali per determinare se la società è solida patrimonialmente. Una volta ricevuto l’esito positivo avviene la consegna della barca.

Si ricorda che i cantieri navali non consegnano una barca se questa prima non viene saldata interamente, ovvero fino a quando il locatario non avrà firmato il verbale di accettazione e presa consegna del natante stesso.

Inoltre ti consiglio la lettura dell’articolo dedicato al regime IVA e canoni di locazione nautica da diporto.

Jacqueline Facconti

Dr.ssa FACCONTI JACQUELINE. Laurea magistrale in STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO conseguita con votazione 110 e lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Web Editor e Web Content Manager, Redattore e cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione e merceologia. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista.

Lascia un commento