Questionario Anamnestico: che ruolo riveste nell’Assicurazione Malattia?

La malattia e le patologie che ogni organismo umano durante il corso della propria vita possono cogliere alla sprovvista e mettere a repentaglio la propria situazione economica e patrimoniale, oltre che quella della famiglia che dipende economicamente dal soggetto malato (coniuge e figli).

Un evento improvviso come una malattia può incidere profondamente sul quadro clinico e patrimoniale di ogni famiglia, specie se si tratta di un nucleo familiare monoreddito.

In questo caso ti consiglio di dare un’occhiata all’articolo dedicato all’assicurazione capofamiglia.

Gli strumenti di protezione  introdotti dalle Compagnie assicurative nel corso del tempo e dell’evoluzione dei bisogni dell’umanità sono facoltativi, ma a nostro avviso assolutamente consigliabili, specialmente in determinati casi.

Le polizze assicurative malattie rappresentano ad oggi una valida risposta ai bisogni della collettività e per fare fronte ad eventi negativi che possono mettere a repentaglio lo status qualitativo della vita delle famiglie.

Nel nostro Paese le assicurazioni malattia non sono una necessità obbligatoria sancita dalla normativa legislativa: in altri paesi (Stati Uniti), non essendo prevista un’assicurazione sanitaria pubblica per tutti i cittadini, occorre trovare una valida alternativa sul mercato assicurativo privato.

Le coperture assicurative volte a tutelare le malattie sono strumenti molto utili dato che consentono di avvalersi di fruire di prestazioni mediche e sanitarie urgenti, specializzate o per evitare di incappare in perdite economiche cagionate dall’assenza dal luogo di lavoro per malattia.

Questa guida si propone di approfondire che cosa sono le Polizze Malattie o sanitarie, a chi servono e che cos’è il Questionario Anamnestico, parte integrante della Polizza.

questionario anamnestico

Assicurazioni Malattia: a cosa servono

Prima di capire che cosa sia un Questionario sanitario o Anamnestico è opportuno capire analizzare a cosa serve sottoscrivere una polizza assicurativa malattia.

Questa copertura, sebbene non sia richiesta obbligatoriamente dal dettato normativo, è importante sottoscriverla in quanto consente di conservare il reddito che altrimenti andrebbe “dissipato” a causa dell’incapacità momentanea di svolgere il proprio lavoro.

Inoltre, il soggetto che sottoscrive una polizza malattia si tutela affrontando con semplicità e velocità tutte le spese mediche impreviste, per ricoveri in cliniche private o per ottenere in modo tempestivo prestazioni ad alto tasso di specializzazione medica e diagnostica.

Per questo sempre più italiani, dinanzi ai “tagli” al sistema sanitario pubblico preferiscono affidarsi alla sanità privata: l’assicurazione sanitaria permette di farsi curare privatamente da un professionista, ottenendo la prestazione diagnostica e medica immediata con il rimborso, totale o parziale, dei costi.

Polizza Sanitaria: a chi serve?

L’assicurazione malattia è consigliata un po’ a tutti, con particolare riguardo alle persone più mature, tenendo presente che alcuni contratti assicurativi consentono la stipula entro un limite d’età (massimo 80 anni), ciò dipende dalla Compagnia assicurativa.

Molto spesso le varie Compagnie offrono in abbinamento alla sanitaria la polizza infortuni al fine ultimo di garantire una copertura olistica: spese di ricovero, degenza, cure, fisioterapia e riabilitazione, acquisti di medicinali durante il ricovero e accertamenti diagnostici legati a una malattia o a un infortunio.

Ricordiamo che l’assicurazione sanitaria non offre una copertura per interventi estetici, correzioni di difetti fisici, diete, aborti volontari non terapeutici, patologie psichiche, infortuni derivanti dall’abuso di alcol, stupefacenti, allucinogeni e psicofarmaci etc. etc.

Questionario Anamnestico: che cos’è

Il Questionario Anamnestico è un modulo cartaceo che ogni soggetto contraente di una polizza sanitaria deve compilare prima della stipula vera e propria del contratto.

Una volta compilato in ogni sua parte, il Questionario Anamnestico deve essere consegnato al proprio Intermediario assicurativo di fiducia che lo sottopone alla valutazione della Compagnia assicurativa, la quale delibererà e comunicherà se accettare o meno il Rischio sottoposto dal potenziale contraente o se accettarlo a determinate condizioni, applicando anche un Sovrappremio.

Si tratta di un documento che riveste una sua importanza e deve essere considerato come parte integrante della Polizza assicurativa sanitaria dato che contiene formalmente le dichiarazioni fornite dal cliente sul suo stato di salute e sui pregressi di infortuni e/o malattie.

Ai sensi dell’articolo 1892 e 1893 Codice civile “tutte le dichiarazioni inesatte o le reticenze possono comportare, in caso di sinistro, la perdita del diritto all’indennizzo o un indennizzo ridotto in funzione del pregiudizio sofferto dalla Compagnia perché non a conoscenza dell’effettivo stato di salute dell’Assicurato, al momento della stipula del Contratto”.

Infatti, le informazioni da fornire nel Questionario Anamnestico sono tante e, a volte anche molto sensibili, dato che devono essere utilizzate dall’Intermediario e dalla Compagnia per valutare il Rischio, nel pieno rispetto della Privacy ed esclusivamente per la gestione della Polizza o in caso di sinistro.

Nella compilazione dello stesso è necessario non tralasciare nulla, riportare ogni singolo dato e fornire tutte le risposte necessarie per una valutazione olistica del rischio assicurativo.

Jacqueline Facconti

Dr.ssa FACCONTI JACQUELINE. Laurea magistrale in STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO conseguita con votazione 110 e lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Web Editor e Web Content Manager, Redattore e cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione e merceologia. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *