Come risparmiare con la regola dei 30 giorni

Sei alla ricerca di una guida che ti spieghi nel dettaglio come risparmiare con la regola dei 30 giorni? Molto bene, l’hai trovata!

In questo approfondimento ti diamo tutte le indicazioni relative a questo interessante metodo per poter risparmiare. Se da un po’ di tempo ti stai rendendo conto che spendi troppi soldi e hai bisogno di creare un budget, di risparmiare e trattenerti nello spendere troppi soldi, questa soluzione potrebbe fare al caso tuo.

Prendere l’abitudine al risparmio non è così semplice, per questo motivo hai bisogno di un piccolo aiuto extra. La regola dei 30 giorni è molto semplice: se vedi qualcosa che vuoi, aspetta 30 giorni prima di acquistarla.

E per quei 30 giorni metti i soldi che avresti speso per quella cosa in un conto risparmio. Se, passato l’arco di tempo stabilito, vorrai ancora comprare il prodotto, allora sentiti libero di acquistarlo. Altrimenti, tieni i soldi sul tuo conto risparmio.

In ogni caso, non si tratterà più di una spesa impulsiva, da rimpiangere una volta che si riceve il conto della carta di credito. Passati i 30 giorni, saprai se quell’oggetto vale davvero la pena di essere acquistato o meno.

Lo scopo di questa regola di non spesa è di riadattare le tue abitudini di spesa Nel momento in cui si spende in modo impulsivo, senza pensare attentamente all’articolo, al prezzo e al proprio budget, il rischio di fare il passo più lungo della gamba è altissimo.

Si tratta di una grande sfida, e vincerai solo in un caso: aver atteso la fine dei 30 giorni, sia che tu decida di non comprare l’oggetto o di acquistarlo.

Ti renderai conto se quel prodotto vale davvero l’investimento oppure risparmierai un po’ di soldi nel caso in cui ti renderai conto che non lo vuoi davvero. Ma come attuare la regola dei 30 giorni?

Non solo aspettando e basta: prendi nota di tutti i dettagli dell’articolo specifico che vuoi acquistare, metti l’importo esatto dei costi in un conto di risparmio, segnati le date di inizio e fine dei tuoi 30 giorni e aggiungi altri elementi alla tua lista man mano che compaiono.

Terminati i 30 giorni, prendi la tua decisione: il punto chiave per imporre una regola di questo tipo è migliorare il tuo processo decisionale in materia di denaro.

Per riuscire a portare a termine il piano della regola dei 30 giorni, puoi avvalerti di alcune idee e trucchi, dal momento che questa regola di spesa è difficile da mantenere per far si che non ci si abbandoni ad una spesa di impulso, che invece rappresenta il tuo punto debole.

Come risparmiare con la regola dei 30 giorni

Una delle possibili suggestioni è appunto quella di scrivere i dettagli del prodotto: se non te li ricordi, se non riesci a visualizzare l’oggetto, allora non era un vero desiderio o bisogno, non è vero?

Lo stesso discorso che abbiamo fatto fino a questo punto è ovviamente valido anche per ciò che concerne gli acquisti online: riempi il tuo carrello con quello che compreresti di solito, dopodiché clicca sulla X in alto a destra e spegni il tuo browser.

Ripensa per un momento a ciò che non hai acquistato, focalizza tutto e poi chiediti, in quei 30 giorni, se tutto ciò che avevi inserito nel carrello vale davvero la pena di essere acquistato. Magari tutto, oppure qualcosa si e altro no, oppure nulla.

Ma almeno ci avrai riflettuto!

Ed è proprio questo il senso della regola dei 30 giorni: invitare a riflettere, a farsi le domande giuste per avere le risposte più utili.

Fonti: https://tuppennysfireplace.com/the-30-day-rule-save-more-money/ + https://concorrenzaediritti.it/risparmiare

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.